Accesso ai servizi

Domenica, 17 Maggio 2020

CORONAVIRUS - "FASE 2" -Disposizioni con decorrenza 18/05/2020 - Linee guida per la riapertura delle attivita' produttive



CORONAVIRUS - "FASE 2" -Disposizioni con decorrenza 18/05/2020 - Linee guida per la riapertura delle attivita' produttive


AGGIORNAMENTO 28/05/2020
Con il Decreto n. 64 del presidente della Regione Piemonte, viene disposto l'obbligo di indossare una protezione delle vie aeree dal 29 maggio al 2 giugno compresi, esclusivamente nei centri abitati.
 17/05/2020
Con gli atti normativi approvati il 16 e 17 maggio entrano in vigore le nuove disposizioni  con decorrenza 18/05/2020.
Non sarà più necessaria l'autocertificazione per gli spostamenti in ambito regionale.
Le misure  per la Regione Piemonte sono state impartite con il decreto che si allega e di cui si riportano in sintesi i contenuti:  
da lunedì 18 maggio riapriranno tutti i negozi al dettaglio, i saloni per parrucchieri, i centri estetici, gli studi di tatuaggio e piercing e tutti i servizi per gli animali (oltre alle toelettature già attive potranno riprendere l’attività i dog sitter, le pensioni e l’addestramento).
Riapriranno anche tutte le altre strutture ricettive ma al al momento ancora chiusi i musei.
Saranno consentiti anche tutti gli sport all’aria aperta in forma individuale o in coppia con il proprio istruttore, purché sempre nel rispetto delle distanze e delle relative disposizioni di sicurezza.
I bar e i ristoranti e le altre attività di somministrazione alimenti riapriranno in Piemonte dal 23 maggio.
Una data posticipata di qualche giorno rispetto a quella nazionale per contemperare le esigenze di cautela con quella di consentire alle attività di ristorazione l’adeguamento alle linee guida definite insieme al governo per la riapertura in sicurezza.
Si rimanda alla lettura integrale dei provvedimenti che si allegano.

AGGIORNAMENTO 3/05/2020
L’avvio della cosiddetta “fase 2”, che partirà 
da lunedì 4 maggio , come più volte sottolineato, non rappresenta un indiscriminato “via libera”.  Siamo tutti chiamati ad un grande  SENSO DI RESPONSABILITÀ  per evitare un incremento delle infezioni virali che obbligherebbe la ripresa di provvedimenti nuovamente restrittivi delle attività appena riavviate, a tutela della salute pubblica. Sulla base del DPCM 26 aprile 2020, il Presidente della Regione Piemonte con proprio decreto n. 50 del 2 maggio 2020, ha fornito ulteriori specificazioni sulle attività che  i cittadini potranno nuovamente svolgere .
Di seguito alcune indicazioni sulle attività di maggior interesse.


  • gli spostamenti all’interno della regione restano consentiti solo per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute ovvero situazioni di necessità tra cui far visita ai congiunti(*) fermo restando comunque il divieto di assembramento, l’obbligo di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro e di usare la mascherina;

  • non sarà ancora possibile andare a far visita agli ospiti di strutture socio assistenziali (Casa Margherita), salvo i casi espressamente autorizzati dalla direzione sanitaria della struttura;

  • persiste il divieto i svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto;

  • si potranno nuovamente celebrare i funerali, preferibilmente all'aperto, con la sola presenza dei congiunti del defunto e comunque in numero non superiore a 15 persone, rispettando la distanza interpersonale di 1 metro ed indossando la mascherina;

  • si potrà nuovamente accedere al cimitero, indossando la mascherina e senza creare assembramenti; per prevenire il contagio da contatto non saranno inizialmente disponibili scope, innaffiatoi e oggetti di uso comune che ciascuno potrà comunque portarsi da casa per le proprie esigenze;

  • si potrà svolgere attività sportiva o motoria individuale all’aperto  nel rigoroso rispetto della distanza interpersonale di metri 2 per l’attività sportiva e metri 1 per ogni altra attività, comunque senza creare assembramenti; al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività.

  • l’uso della mascherina è obbligatorio in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico. Sono esentati i bambini sotto i 6 anni di età, le persone con disabilità incompatibili con l’uso delle mascherine e le persone che interagiscono direttamente con loro;

  • nelle attività commerciali potrà accedere un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altra persona;

  • sarà possibile raggiungere le seconde case, con obbligo di rientro in giornata, solo all’interno della regione, esclusivamente per attività di manutenzione e riparazioni necessarie a garantirne la sicurezza.


SI CONSIGLIA, IN OGNI CASO DI PRENDERE VISIONE DEL DPCM DEL 26/04/2020, DEL DECRETO DEL PRESIDENTE REGIONE PIEMONTE n. 49 e n. 50, NONCHE' DELLE FAQ PUBBLICATE SUL SITO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI  (VEDI LINK QUI SOTTO)
 


Collegamenti:
FAQ "FASE 2" - COLLEGAMENTO AL SITO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Sito UNCEM

Documenti allegati: